SVILUPPO ECONOMICO | ECOLOGIA | ECONOMIA CIRCOLARE

In questo Laboratorio discutiamo di come mettere al centro di una nuova agenda cittadina uno sviluppo economico non tradizionale ed innovativo. Per “tradizionale” intendiamo l’economia liberista che spinge alla formula della diffusione nelle aree interne e nelle città intermedie di economie “derivate” da grandi gruppi industriali e commerciali, in cui per economia innovativa intendiamo quella definita civile, che genera relazioni di comunità e di responsabilità sul territorio, che punta alla corretta distribuzione dei redditi ed alla valorizzazione del genius loci. Questo laboratorio è strettamente connesso alla definizione dei temi dell’ecologia urbana e dell’economia circolare, il patto tra lavoro e salute e tra lavoro ed ambiente non può non riguardare lo sviluppo futuro della città

ESEMPI DI TEMI DI DISCUSSIONE:

Oggi che il sistema dell’azzardo sta letteralmente invadendo la città con oltre 88 sale, si pone per il futuro un problema tra l’occupazione generata, sono centinaia gli occupati del settore, ed i problemi di salute collettiva connessi a questa forma di economia predatoria, sono migliaia le famiglie colpite dalla ludopatia in città, alcuni studi dicono che siamo la settima provincia in Italia per numero di giocate.

Benevento, nell’area industriale di Pezzapiana, è stata leader della produzione di plastica monouso ed oggi il mercato si sta dirigendo sulle stoviglie biodegradabili, che tra pochi anni saranno obbligatorie per direttiva europea. Si potrebbe ragionare ad un piano di riconversione industriale?

Come valorizzare i nostri rifiuti? Come spingere la città a produrre meno rifiuti? In che modo incentivare l’economia circolare in città attraverso un nuovo sistema di tassazione?

Laboratorio 1